Netweek      
News
L'appello del Presidente della Repubblica contro gli infortuni sul lavoro. E in Lombardia si muore di più
02/05/07
'Dobbiamo volere condizioni di lavoro più umane, rispettose dei bisogni e della dignità di tutti. Occorre vigilanza, ma anche repressione'. Lo ha dichiarato ieri il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nel corso della cerimonia per la consegna delle Stelle al merito del lavoro svoltasi al Quirinale.
Quest'anno la Festa del 1° Maggio è stata dedicata alla sicurezza sul lavoro, per non dimenticare che sono quasi un milione all'anno gli infortuni, più di mille quelli mortali. In pratica una media di tre al giorno e la Lombardia, con 46 morti su 258 totali nazionali registrati nel corso del 2006, guida la classifica delle regioni in cui si muore di più per il lavoro. Solo nei primi quattro mesi del 2007 sono stati 11 i decessi, prevalentemente nel campo dell'edilizia, che si sommano ai 19 di altri settori. Muoiono di più gli uomini, tra i 30 e i 40 anni, con contratti a tempo determinato o lavoratori stranieri in nero. L'area in cui si verificano i maggiori incidenti è quella compresa tra Milano, Brescia, Bergamo Sondrio e Varese e, come già accennato prima, il settore edile è quello più esposto. Su tre imprese controllate da Inps, Inail e Direzione del Lavoro, due sono risultate fuorilegge, con 3.858 lavoratori in nero e 6.208 non del tutto in regola, mentre sono solo 800 gli ispettori, con un totale di oltre 500mila aziende da esaminare. (dati pubblicati su 'la Repubblica' dello 01/05/2007).
Due le iniziative proposte dalla presidenza della Repubblica: dedicare la campagna Pubblicità Progresso 2007-2008 al tema della sicurezza e promuovere l'esposizione a Roma, in un luogo pubblico ben visibile, della scultura del ticinese Vincenzo Vela, simbolo dei morti sul lavoro, che alla fine dell'800 fu dedicata ai 200 lavoratori, molti dei quali italiani, morti nei cantieri per la realizzazione del traforo del San Gottardo.
ww.ansa.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Usd Mariano Calcio
Mariano Comense
CF:
Accademia dei Licini
Erba
CF: 02080630136
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY