Netweek      
News
'L'Amministrazione di Uboldo è illegittima!'
11/10/07
Riceviamo e pubblichiamo volentieri la lettera inviata da Matteo Colaone e Sergio Parini dell'associazione 'Domà Nunch'.


Ieri, 9 ottobre 2007, il Tar della Lombardia ha accolto il ricorso presentato dalla lista di centrosinistra.
In conseguenza di ciò l'attuale amministrazione di Uboldo (Va), guidata da Guzzetti, che ha accolto e accelerato il progetto del nuovo svincolo autostradale, è de facto decaduta. E' quindi tempo non solo di nuove elezioni ma anche di continuare senza indugio la battaglia, forti di questa vittoria del popolo contro l'arroganza dello Stato.


Siamo stati facili profeti: l’arroganza, che è figlia della superbia, è stata severamente punita.
La Giunta Guzzetti se ne torna da dove è venuta, mandata a casa proprio da un organismo di quello stesso Stato che così tante volte si è dimostrato prevaricante nemico delle comunità locali.
Il sospetto, mai completamente fugato, che si fosse innescata una spirale favorevole allo svincolo, culminata nell’esclusione di talune liste nelle quali figuravano esponenti che ne avevano avversato fortemente la realizzazione, sembra prendere corpo in questa sentenza del Tar.
L’associazione 'Domà Nunch' è convinta che così sia miseramente fallito il maldestro tentativo di togliere di mezzo l’unico ostacolo che si frapponeva alla costruzione di un’opera che devasterebbe definitivamente le campagne di Uboldo.
'Da oggi – dichiarano gli esponenti econazionalisti - gli esponenti politici che vorranno appoggiare la nostra battaglia contro lo svincolo di Uboldo saranno fortemente sostenuti dalla nostra associazione'. Comunque 'Domà Nunch' proseguirà nella sua lotta contro la realizzazione di un'opera dannosa per l’ambiente, per giungere ad una soluzione che veda come protagonista la gente di Uboldo, che soprattutto negli ultimi mesi è stata messa in un angolo.
E laddove i politici non sapessero interpretare la volontà popolare, non si esclude il ricorso ad un Referendum.
'Stupisce infine – concludono gli econazionalisti – la spocchia dell’ormai ex sindaco Guzzetti, che dopo aver toccato con mano l’avversione dei propri concittadini nell’incontro pubblico, si aggrappa tristemente a quella 'cadrega' che dovrà abbandonare suo malgrado: a questo punto farebbe certo un gesto elegante a dimettersi!'
www.eldraghbloeu.com


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
AVIS sez. comunale di Cesate
Cesate
CF:
DIANOVA
Garbagnate Milanese
CF: 97033640158
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY