Netweek      
News
Circo Abusivo: e la musica diventa specchio del mondo
22/01/08
Riceviamo e volentieri pubblichiamo la recensione inviata dall'associazione culturale Quadrato Magico www.quadratomagico.net in merito al concerto del gruppo Circo Abusivo tenutosi sabato 19 gennaio al Teatro Pier Girogio Frassati di Regoledo di Cosio Valtellino (So).


Incontenibili, trascinanti, allegramente bulimici di suoni e ritmi, a lungo attesi e invocati, finalmente approdano al Teatro Frassati anche i titolari del Circo Abusivo. Nome che è un programma: una Corte dei Miracoli dove fisarmonica, fiati e ottoni, contrabbassi e organi “Immond”-dal suono bubble gum come gli Hit-Organ della nostra infanzia- esplodono in un crescendo quasi parossistico di ritmi eterogenei, ma tutti altamente energici, che spaziano dalle orchestrine balcaniche alle polke e alle mazurke, passando per i tanghi struggenti fino a giungere alle fanfare da festa di paese. Non c’è nulla di casuale in tutto ciò, a dispetto delle dichiarazioni di Alex ( fisarmonica,voce, “Immond” e tanta verve istrionica), perché il Circo raccoglie quanto di meglio si possa trovare nelle situazioni di più spontanea vivacità come sagre, spettacoli di piazza, e luoghi di varia umanità –purchè visceralmente contagiosa- piazzati ad ogni latitudine del globo, dai Balcani a Buenos Aires e dai vicoli dell’Avana ai Bassi napoletani. Il concerto inizia al suono di due trombe (..Fanfarakrime?) fra il pubblico, nel buio, poi queste spariscono mentre sul palco partono intro e sigla. Poi i quattro angoli del mondo musicale del Circo, Bomba, Bossa, Odessa Bulgar e Pueblito – più internazionali di così è impossibile- seguiti da pausa video: i musicisti smettono gli strumenti e sul soffitto del teatro appaiono spezzoni dell’intervista ad Alex su Odeon tv, in cui il Nostro illustra il metodo per “convincere” –incredibile a dirsi, ma è proprio così- il tacchino a donare spontaneamente le proprie viscere dalle quali ottenere un distillato inebriante.
Si spegne il soffitto e si riaccende il palco, riprendono i ritmi e l canti in lingue impossibili, improbabili, impronunciabili da chi non sia del Circo Abusivo, una lingua babelica, fatta di parole di tutte le terre balcaniche, reali e non, e del “Lunfardo”, gergo della malavita avventurosa e romantica di una Buenos Aires che ormai non è più, duelli fra il violino e la fisa –siamo sicuri di uno spezzone di Enola gay, e…non ricordiamo cos’altro- ma tutti tirati via velocissimi, fino a che tutta la platea del Teatro Frassati si alza e inizia a ballare, ognuno come può, ognuno con lo spazio che ha a disposizione. Per il gran finale il palco si affolla con il Circo e tutta la fanfara, con trombe e bassi tuba.
Applausi, chiamate in scena, bis e saluti.
Entusiasmo e sudore.
Grazie Circo Abusivo.
(From Valtellazia for you)
Nelle foto alcune immagini del concerto.


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Banca del tempo Il tempo di Momo
Cadorago
CF:
Croce Rossa Italiana Palazzolo sull'Oglio
Palazzolo sull'Oglio
CF: 01906810583
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY