Netweek      
News
Comitato Addiopizzo: 'La politica abbia il coraggio di non candidare mafiosi'
31/03/08
'A una cattiva raccolta di voti corrispondono una cattiva democrazia e delle cattive leggi.'
A ripetere queste parole pronunciate Libero Grassi - l'imprenditore palermitano ucciso dalla mafia per essersi piegato al pagamento del 'pizzo' - sono i cittadini siciliani, che pretendono, per le prossime elezioni politiche, liste con candidati onesti e lontani dagli affari della malavita organizzata.
Sul sito del Comitato Addiopizzo www.addiopizzo.org il messaggio rivolto alla classe politica risuona forte e chiaro: maggiore trasparenza nelle candidature e assunzione di tutte le responsabilità per le azioni intraprese.
Ma, spiegano gli amici di Addiopizzo 'La responsabilità non è unicamente della classe dirigente e dei politici ma di tutta la società di cui anch’essi fanno parte. Un intero popolo che non si interessa di chi manda a gestire la cosa pubblica, nell’interesse di tutti, è un popolo che, per bisogno, rinuncia alla sua dignità. Se questo principio non sarà impresso nella testa e nel cuore di tutti i siciliani non ci liberemo mai dal sistema clientelare-mafioso che attanaglia la nostra terra.'
(La foto è tratta dal sito del Comitato Addiopizzo sopra citato)


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Soccorritori cinofili volontari
Nerviano
CF: 97131750156
A.V.I.S. sez. di Robecchetto
Robecchetto con Induno
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY