Netweek      
News
Coldiretti: imballaggi alimentari 'pesanti' per le tasche dei consumatori
27/08/08
"L'agroalimentare, con oltre i due terzi del totale", spiega una nota della Coldiretti www.coldiretti.it, "e' il maggior responsabile della produzione di rifiuti da imballaggio, che si moltiplicano anche per effetto delle strategie di marketing che puntano molto sulle confezioni per favorire le vendite". E così, negli ultimi otto anni gli imballaggi alimentari gettati nella spazzatura sono aumentati del 9%, 9 tonnellate di vaschette, sacchetti, scatole di cartone e lattine di alluminio.
Ma gli imballaggi non rappresentano solo un problema per lo smaltimento dei rifiuti, in quanto i costi sostenuti dalle aziende per 'custodire' il prodotto vanno ad incidere sul prezzo finale di vendita dell'alimento e quindi sulle tasche del consumatore. Ad esempio per la passata in bottiglia da 700 grammi si arriva ad un rincaro del 25%, per il succo di frutta in brick al 20% e per il latte in bottiglia di plastica sopra il 10%.
Qualche consiglio per risparmiare? La Coldiretti suggerisce: riutilizzare le buste della spesa; acquistare, quando possibile, grandi formati; prediligere le verdure fresche anzichè in latta; rifornirsi presso i distributori automatici (latte, detersivi, pasta, cereali, per esempio); comprare alimenti come latte, formaggi e vino direttamente dai produttori.


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Gruppo Volontari Ambulanza del Vergante
Nebbiuno
CF: 9000090032
Associazione La Vita e' un dono Onlus
Erba
CF: 03083450134
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY