Netweek      
News
Save the Children: più di cinquantamila le vittime della tratta in Italia
11/09/08
"'Tratta di persone indica il reclutamento, trasporto, trasferimento, l'ospitare o accogliere persone, tramite l'impiego o la minaccia di impiego della forza, o di altre forme di coercizione, di rapimento, frode, inganno, abuso di potere o di una psizione di vulnerabilità o tramite il dare o ricever somme di denaro o vantaggi per ottenere il consenso di una persona che ha autorità su un'altra a scopo di sfruttamento..." (art. 3 del 'Protocollo delle Nazioni Unite per prevenire, reprimere e punire la tratta di persone, in particolare donne e bambini").


In occasione della Giornata Internazionale in Ricordo della Schiavitù e della sua abolizione, Save the Children Italia Onlus ha pubblicato 'Piccoli schiavi', un rapporto dettagliato sulla situazione sulle vittime della tratta in Italia e nel modo.
Difficile quantificare il fenomeno: secondo le Nazioni Unite sono circa 2,7 milioni, per lo più donne e bambini; in Italia, dati ufficiali dicono che, tra il 200 e il 2007, 54.559 persone hanno chiesto protezione per uscire dal giro della schiavitù.
Bambini, adolescenti, donne arrivano da Paesi poveri o martoriati da guerre con la promessa di un lavoro e di una vita più dignitosa per poi andare ad alimentare traffici criminali che fruttano alle organizzazioni che li gestiscono oltre 32 miliardi di dollari l'anno.
Secondo il Rapporto esistono diversi tipi di tratta: a scopo di sfruttamento sessuale, che coinvolge principalmente donne dei Paesi dell'est Europa; per l'accattonaggio, praticato in massima parte da piccoli Rom o da bambini dell'ex-Jugoslavia; per espianto di organi; per lavori forzati nei campi, ai quali sono costretti soprattutto minori provenienti da Africa e India; per scopo di adozione illegale; per sfruttamento in attività illegali come furti, spaccio di droga.
Vista la gravità del problema, Save the Children Italia Onlus chiede al Governo e al Parlamento italiano un maggior impegno nell'istituzione di misure atte a contrastare le varie forme di tratta. Tra queste un piano nazionale anti-tratta da sviluppare in collaborazione associazioni, forze dell'ordine ed enti di ricerca; l'adozione di un sistema di identificazione e protezione dei minori; l'emanazione della legge di autorizzazione del Presidente della Repubblica alla ratifica ed esecuzione della Convenzione del Consiglio d'Europa sulla lotta contro la tratta di esseri umani.
Save the Children Italia attualmente sta coordinando il progetto Agire, cofinanziato dall’Unione Europea, per l'elaborazione di procedure per l’ identificazione, assistenza e protezione dei minori vittime di tratta, e per il coordinamento di tutti gli operatori del settore in Italia. Inoltre, in Albania, l'organizzazione sta portando avanti il progetto 'Se Basku', per la protezione dei bambini di Tirana. www.savethechildren.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
ATLETICA LIBERTAS UBOLDO
Uboldo
CF:
Zanzibar nel Pallone e non solo...
Garbagnate Milanese
CF: 97467230153
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY