Netweek      
Normative
Esenziopne IRES per associazioni che organizzano eventi storici, culturali ed artistici
08/09/09
L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modello di richiesta ai benefici previsti dall'art. 1, comma 185, della legge 296/2006 per le associazioni senza fini di lucro che operano per la realizzazione o che partecipano a manifestazioni di particolare interesse storico, artistico e culturale, legate agli usi e alle tradizioni delle comunità locali.
La specifica legge prevede per queste associazioni l'esenzione dall'IRES; i soggetti, persone fisiche, incaricati di gestire le attività connesse alle finalità istituzionali, inoltre, non assumono la qualifica di sostituti d’imposta e sono esenti dagli obblighi del DPR 600/1973 in merito alla tenuta delle scritture contabili e le prestazioni e le dazioni offerte da persone fisiche in favore delle predette associazioni hanno natura di liberalità ai fini delle imposte sui redditi.


La domanda, redatta mediante l'utilizzo dell'apposito prodotto informatico, deve essere trasmessa esclusivamente per via telematica entro il 20 settembre di ciascun anno d'imposta, direttamente dal contribuente o tramite soggetti incaricati (commercialisti, associazioni di categoria, CAF, eccetera).
Nel modello si richiedono i dati identificativi dell’associazione e del legale rappresentante e una dichiarazione sostitutiva di atto notorio (ai sensi degli articoli 75 e 76 del DPR 445/2000, quindi con la consapevolezza delle responsabilità, anche penali, che questo comporta in caso di dichiarazione mendace), contenente le seguenti informazioni:
che l’associazione non per segue il fine di lucro;
l’ammontare del reddito complessivo conseguito nell’associazione nell’anno precedente a quello della presentazione della domanda.
l’anno dal quale l’associazion; svolge in maniera continuativa le attività di natura artistica, storica e culturale legate agli usi e tradizioni delle comunità locali;
l’anno dal quale si svolgono le manifestazioni legate agli usi e tradizioni delle comunità locali.


Inoltre, il legale rappresentante deve dichiarare di essere in possesso di apposita e specifica documentazione dove risultino con chiarezza i seguenti elementi:
gli apporti specifici, legati agli usi e tradizioni delle comunità locali, destinati dall’associazione alla realizzazione delle manifestazioni, espressamente previsti tra le finalità istituzionali dell’associazione;
le attività effettivamente svolte anche quando vengono effettuate in ambiti territoriali diversi.
Nella Finanziaria 2007 è stato definito un tetto di 5 milioni di euro per l'onere a carico dello stato.
Se le domande dovessero superare questo limite verranno ammesse le associazioni che da più tempo operano per la realizzazione o partecipano in modo continuativo alle manifestazioni culturali, secondariamente si darà priorità alle manifestazioni di più antica istituzione e più rappresentative, infine si guarderà l'ordine cronologico di presentazione.
Fonte: www.lavops.org


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
CREC CIRCOLO RICREATIVO E CULTURALE BOLLATE/NUOTO
Bollate
CF:
Associazione Arte Danza Teatro Italia
Garbagnate Milanese
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY