Netweek      
Normative
Modifiche legge 104/1992
29/03/10
Nei primi giorni del corrente mese di marzo, il Senato ha approvato in via definitiva il D.D.L. cd. "COLLEGATO LAVORO" (atti del Senato n. 1167/B) che reca "Deleghe al Governo in materia di lavori usuranti, di riorganizzazione di enti, di congedi, aspettative e permessi, di ammortizzatori sociali, di servizi per l'impiego, di incentivi all'occupazione, di apprendistato, di occupazione femminile, nonchè misure contro il lavoro sommerso e disposizioni in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro" e che ha modificato la materia del lavoro ed il processo stesso di lavoro e previdenza, ridisegnandone un pò l'assetto.


Si pensi, a titolo di esempio, alle nuove norme in materia di apprendistato e di attività usuranti, agli incentivi per l'occupazione femmminile, al lavoro in nero e sommerso, all'abolizione del tentativo obbligatorio di conciliazione, alla devoluzione delle controversie lavoristiche ad un arbitrato, etc. etc.


Il COLLEGATO LAVORO ha apportato delle modifiche significative anche alla Legge-Quadro n. 104/92 sui permessi ai lavoratori che asistono disabili gravi; in particolare si segnala quanto segue:


1) in assenza di ricovero della persona con handicap grave da assistere, possono godere dei permessi di cui alla Legge n. 104 il genitore, il coniuge, il parente o l'affine entro il secondo grado (e non più entro il terzo grado). Di tali permessi retribuiti possono beneficiare il parente o l'affine entro il terzo grado, solo qualora il genitore o il coniuge del disabile sia deceduto o mancante, ovvero abbia più di 65 anni o sia affetto da patologia invalidante;


2) per i genitori, anche adottivi, di bambini sotto i 3 anni tutto resta invariato. Successivamente al terzo anno di vita, i genitori possono avvalersi alternativamente dei permessi anche nell'ambito dello stesso mese;


3) il diritto ai permessi retribuiti e contribuiti, va riconosciuto solo ad un lavoratore dipendente per l'assistenza alla stessa persona in situazione di gravità;


4) la sede del lavoro deve considerarsi come quella più vicina al domicilio del disabile e non più del lavoratore;


5) vi è stato un potenziamento nel sistema di controllo e di monitoraggio, anche preventivo, in materia di permessi di cui alla Legge n. 104/92. Ad esempio, il "Collegato Lavoro" fissa l'obbligo per le pubbliche amministrazioni di inviare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri/Dipartimento Funzione Pubblica - che, a sua volta, raccoglie in una banca dati informatica - i nominativi dei lavoratori che si avvalgono dei benefici di cui alla Legge-Quadro sulla disabilità, i nominativi dei soggetti affetti da handicap grave per i quali sono concessi i permessi, le relazioni parentali tra il lavoratore ed il disabile, il contingente di giorni ed ore fruiti.
Fonte www.anmicpescara.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Gruppo Naturalistico della Brianza
Canzo
CF: 82005080138
A.G.O.- Associazione guida oncologica onlus
Monza
CF: 94510710158
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY