Netweek      
News
Enpa: un decalogo per difendere il mare e la sua biodiversità
22/05/12
In occasione della giornata mondiale dedicata alla tutela della biodiversità marina, l’Enpa www.enpa.it , che per il terzo anno consecutivo è impegnata nella Campagna “Salviamo il Mare”, presenta alcune azioni fondamentali per proteggere i mari del pianeta.
- Scegliere una dieta vegana-bio. Il 26% del Pianeta è “invaso” dagli allevamenti animali che ogni anno producono oltre 1500 miliardi di tonnellate di deiezioni alle quali è imputabile l’emissione del 18% dei gas serra (i veicoli ne producono solo il 14%). I reflui degli allevamenti zootecnici e delle industrie, che contengono nitriti, nitrati, fosforo, azoto e metalli pesanti rappresentano una pericolosissima minaccia per i mari.
- Fermare per sempre le reti pelagiche derivanti. Messe la bando dal primo gennaio del 2002 con il contestuale divieto all’impiego di attrezzi retieri per la pesca di tonni e pesce spada, continuano tuttora ad essere usate.
- Eliminare la plastica. Questo materiale, un derivato del petrolio, ha diverse forme molecolari ed è utilizzato per la realizzare una infinita quantità di prodotti.
- Proteggere il mare dal petrolio. Secondo la Us Enviromental Agency ogni anno finiscono in mare 2.672.210.000 litri di petrolio.
- Ridurre e controllare il traffico marittimo. L’intenso e scarsamente regolato traffico marittimo è causa diretta della morte dei più grandi abitanti del mare, balene e capodogli.
- Ridurre le aggressioni acustiche in mare. I sonar a bassa frequenza, usati dalle marinerie militari per le operazioni segrete, determinano lo spiaggiamento di cetacei ma anche gravi danni rilevabili a vari livelli.
- Ridurre l’aggressione alle coste e diminuire gli impatti antropici nelle aree ridosso dei nostri mari, dal punto di vista dei fenomeni urbanistici e di quelli legati alla concentrazione della presenza umana in alcune aree critiche.
- Razionalizzare e ridurre i consumi globali a favore di una spesa alimentare sostenibile e biologica, sono quindi azioni necessarie a garantire una buona salute del mare.
- Fermare l’uso delle creme solari. Le creme ad alta protezione solare distruggono tutto l’ecosistema della barriera corallina.
- Riconsiderare le politiche sociali internazionali e pianificare investimenti nei Paesi poveri che si affacciano sul mare per consentire lo sviluppo di una corretta educazione per tutelare le biodiversità locali; investire su attività sostenibili capaci di produrre una nuova economia.


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Piccolo Coro la Goccia
Vimercate
CF:
Aiuta i Randagi
Limbiate
CF: 91096530158
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY