Netweek      
News
A Parigi firmato un accordo per dire basta al reclutamento dei bambini-soldato
07/02/07
Si concluderà oggi a Parigi la conferenza internazionale 'Liberiamo i bambini dalla guerra', organizzata dall'Unicef e sostenuta da 58 Paesi con lo scopo di elaborare un piano d'azione per impedire il reclutamento dei bambini soldato e per adottare misure punitive efficaci nei confronti di chi alimenta questo fenomeno.
'Sono 250mila i bambini coinvolti nei conflitti - ha dichiarato il direttore generale dell'Unicef, sig.ra Ann Veneman - usati come messaggeri, spie, facchini, cuochi'. Per le bambine invece il reclutamento avviene quasi sempre con il rapimento, anche se sono molte le giovani che si uniscono agli eserciti per reazione alle violenze subite o spinte dalla ricerca di protezione, di cibo o del necessario per vivere. Tante diventano le mogli o le schiave sessuali dei soldati.
I lavori, aperti ieri , termineranno oggi con l'approvazione della 'Carta dei principi di Parigi, non vincolante dal punto di vista giuridico ma sicuramente un messagio forte che si aggiunge alla Convenzione Onu sui diritti dell'infanzia del 1989 e all'accordo internazionale promosso dall'Unicef dieci anni fa a Città del Capo, nel sud Africa, con il quale l'organizzazione aveva impedito il reclutamento dei ragazzi al di sotto dei 18 anni.
Così ha dichiarato Ismel Beah, ex bambino soldato in Sierra Leone, 'salvato' grazie ad un programma di riabilitazione: 'Non è sufficiente reintegrare un bambino-soldato nella comunità, i ragazzi devono poter tornare a scuola e sentirsi tanto forti da provvedere a sè stessi. Se non sarà così, basterà che qualcuno offra loro 100 dollari per combattere una qalsiasi guerra e loro non sapranno dire di no'. E conclude: 'E'così facile diventare un bambino soldato e terribilmente difficile riprendersi la propria vita'.

Tratto da www.agi.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Associazione Internazionale Volontari Laici
Talamona
CF:
Punto d'Incontro - Gruppo cooperativo sociale onlus
Cassano d'Adda
CF: 11050040150
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY