Netweek      
News
Numero verde antibullismo: basta nascondere il problema!
30/03/07
Dal 5 febbraio al 27 marzo 2007 ai telefoni che rispondono al numero verde antibullismo 800.669696 sono arrivate 4.437 telefonate, circa 120 al giorno, il 69% per denunciare prepotenze, violenze o episodi isolati, il 31% a carattere informativo.
La maggior parte delle chiamate sono state effettuate da genitori e famigliari (37,5%), poi dagli insegnanti (31,4%) - prevalentemente per delle consulenze - mentre il 23,2% delle telefonate è stato eseguito da studenti vittime di episodi di bullismo.
Sono le sciole secondarie di primo grado quelle più interessate al fenomeno (35%), seguite dalle primarie (25%), dai licei (19%), istituti tecnici professionali (15%) e dalla scuola di infanzia.
Tra le vittime preferite dal bullo ci sono i soggetti più vulnerabili, come i più timidi, quelli con handicap o con problemi psicopatologici, di diversa etnia o, semplicemente, perchè vestono abiti non firmati.
Il 'braccio' operativo del numero verde è rappresentato dagli Osservatori regionali permanenti sul bullismo. Istituiti con la Direttiva del Ministro n° 16 del 5 febbraio 2007 e finanziati per un totale di 1.800.000 euro, si collocano presso gli Uffici Scolastici regionali e attivano, dopo una chiamata, le forze sociali e politiche del territorio per risposte immediate al problema.
Il Ministro Fioroni ha sottolineato che “la ha scuola non fa più lo struzzo, non ha paura dei più reticenti fenomeni di bullismo e ha acquisito la consapevolezza per intervenire, ma è necessario dire basta alla gogna mediatica. Il bullismo è un fenomeno rilevante da un punto di vista qualitativo, ma irrilevante se pensiamo agli otto milioni di studenti e al milione di insegnanti. La scuola è fatta anche e soprattutto di tante buone pratiche che meritano di essere conosciute. Quello che serve è un patto reciproco di sostegno tra scuola e famiglia per affrontare e risolvere il problema''.
“Il fenomeno del bullismo non rispecchia comunque tutta la realtà scolastica. Il dato preoccupante è che questi fenomeni riguardano ragazzi al di sotto dei 15 anni”, ha affermato il segretario generale del Censis, Giuseppe De Rita.

tratto da www.pubblica.istruzione.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Pubblica Assistenza Vimodrone - Noi per Voi
Vimodrone
CF: 94536410155
GRUPPO PESCATORI BOLLATESI
Bollate
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY