Netweek      
News
Pecoraro Scanio: 'Troppi soldi per le strade e pochi per la sistemazione degli acquedotti'
26/04/07
'E' tutto sotto controllo e stiamo lavorando bene con la comunità scientifica, i ministeri e le Regioni'. Lo ha affermato il capo della Protezione civile Guido Bertolaso a fronte della preoccupante situazione idrica dei nostri corsi d'acqua.
Da settembre ad oggi si registra in Italia un significativo deficit idrogeologico stagionale, con valori dal 20% al 50% in meno rispetto alla media del periodo. Il Po è il fiume più preoccupante: alla stazione di Pontelagoscuro (Ferrara) la portata ammonta a 43 metri cubi/secondo, la metà del valore medio storico di 953 metri cubi/secondo nel periodo di riferimento 1924-2006.
A Cremona, il livello del Po è giunto a 7 metri e 6 cm sotto lo zero, causando il rallentamento della navigazione fluviale e la cancellazione del viaggio della motonave 'Mary' che avrebbe dovuto aprire la stagione.
Anche i livello idrometrici dei laghi di Garda e Maggiore presentano dati al di sotto della media stagionale e lo stesso vale per la maggior parte dei bacini dei grandi fiumi italiani.
Il Dipartimento della Protezione civile annuncia che ci saranno ondate di calore a giugno, ma gli esperti ipotizzano previsioni di precipitazioni nei prossimi tre mesi in linea con la media del 2006.
In una intervista rilasciata al quotidiano 'La Stampa', il ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio ha dichiarato: 'Purtroppo comuni, Province e Regioni vogliono solo strade e raramente presentano istanze per avere la sistemazione degli acquedotti. Questo è un Paese dove poi, quando c'è l'emergenza siccità, tutti si agitano, ma passata la paura, si torna a richiedere solo nuove strade e autostrade e gli acquedotti vengono dimenticati'.


www.ansa.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
AMICIGIO' INSIEME
Castelletto Ticino
CF:
PROLOCO VALDISOTTO
Valdisotto
CF: 00508490141
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY